top of page

In arrivo le botteghe dei servizi in Canavese e Valli di Lanzo: prime testimonianze dal territorio


“Oltre 580 mila euro dei tre milioni destinati dalla Regione Piemonte per il mantenimento e lo sviluppo delle ‘botteghe dei servizi’ nelle aree montane, arrivano in Canavese e nelle Valli per potenziare l’offerta commerciale e di servizi utili alla cittadinanza e al turismo. Le domande ammesse nell’area della città metropolitana di Torino sono 23 di queste ben 16 sono nelle nostre montagne e borghi, nello specifico Ala di Stura, Brosso, Cantoira, Castelnuovo Nigra, Corio, Frassinetto, Nomaglio, Prascorsano, Pratiglione, Tavagnasco, Traves, Usseglio, Val di Chy, Valprato Soana, Vistrorio e Viù”.

Con queste parole il responsabile Enti locali della Lega, il canavesano Andrea Cane ha presentato la graduatoria pubblicata sul Bollettino ufficiale regionale a fronte dell’istruttoria, completata dall’ Assessorato allo sviluppo della montagna e Finpiemonte, delle domande pervenute per il bando rivolto ai Comuni montani con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti.

“Nella graduatoria dei progetti beneficiari - dettaglia il leghista canavesano Andrea Cane - Usseglio con l’attività ‘Costafiorita’ avrà un contributo di 50.000 euro, Prascorsano con ‘Stella Alpina’ conterà su 40.540 euro mentre a Traves il ‘Family Crai’ avrà 49.999 euro. Ancora’ Tome di Villa’ in Val di Chy riceverà 50.000 euro, Frassinetto per la nuova attività 43.380 euro, Viù con la ‘Bottega di valle’ 50.000 euro, a Pratiglione si aprirà ‘Bocconcino’ grazie a 28.816 euro in arrivo dalla Regione. Ancora Nomaglio con 15.254 euro, ‘La montanara’ di Ala di Stura 45.151 euro, e Brosso con 24.340 euro, Tavagnasco beneficerà di 50.000 euro, Corio della somma di 17.320 e Castelnuovo Nigra di 9.115.

Già a fine maggio inaugureremo la nuova bottega di Valprato Soana in Fraz.Campiglia, che ho visitato nei giorni scorsi, grazie anche al finanziamento di 36.900 euro come per ‘La bottega delle delizie’ di Vistrorio che ne avrà 28.800 e la ‘Alvayes’ di Cantoira cui andranno 41.000 euro. Cifre importanti che segnano l’ennesimo capitolo di un percorso proattivo dell’Amministrazione regionale a traino Lega, che guarda al territorio, alla montagna e ai borghi canavesani con tutta l’attenzione che meritano”.

“L’iniziativa della Regione Piemonte – racconta Fabio Craveri, aggiudicatario con la moglie Mara Dezzutti per la sua attività a Frassinetto – permette a noi commercianti di mantenere attive realtà di servizio che spesso garantiscono alimentari, tabacchi, giornali e servizi e che diventano punto di riferimento per il territorio, ringrazio di questa opportunità per proseguire e ampliare l’offerta”.

“Ho avuto notizia di questa opportunità dai social network – conclude Ivo Chabod che presto offrirà le specialità della Val Soana nel suo negozio di Campiglia – con un progetto concreto e l’aiuto dell’istituzione regionale nella stesura del materiale di partecipazione sono riuscito a realizzare un desiderio, che coniuga l’amore per le terre in cui vivo e la promozione delle eccellenze”.

886 visualizzazioni0 commenti

留言


bottom of page